Versione inglese - English version - ISOLA DI VENTOTENE - OFFERTE - VACANZE
Login

L'isola di Ventotene

Ventotene - faro
Ventotene, a metÓ della rotta che unisce Ponza ad Ischia Ŕ la pi¨ piccola isola abitata delle Pontine. Tranquilla, avvolta da un mare cristallino offre al visitatore una vacanza a stretto contatto con la natura, lontana dal caos e dai rumori cittadini. Le sue straordinarie morfologie, i profumi della macchia mediterranea, gli intensi colori uniti alla calorosa ospitalitÓ dei suoi abitanti regalano un soggiorno irripetibile a chi cerca un'isola lontana dagli stereotipi delle vacanze di mare. Ogni luogo di Ventotene, (l'isola Ŕ poco pi¨ lunga di due chilometri) Ŕ "in mezzo al mare" ma Ŕ anche il testimone di una storia millenaria iniziata quando Ulisse ascolt˛ lungo le sue scogliere il canto delle sirene.


Una perla del mare

Ventotene - gorgonie
A livello del mare l'isola Ú lunga 2.900 metri circa e larga 900, Ú tufacea e con coste ripide. Il periplo Ú di 5 miglia marine. Vi sono secche sul lato nord-tra gli scogli detti Sconcigli (anche chiamati Sconciglie) e la costa sul lato sud tra Cala Battaglia e Le Saliere. Il canale fra Ventotene e Santo Stefano misura un miglio e non presenta pericoli. La profonditÓ varia dai 7 ai 20 metri. Sulle banchine dei due porti opera il "Gruppo ormeggiatori", tel. (+39)077185283. Il faro, situato presso il Porto Romano ha le seguenti caratteristiche: capo bianco, periodo 5, portata geografica 13 m.n, luminosa 16. La sosta nel Porto Romano, Ú molto tranquilla: l'imboccatura ad est consente al mare di entrare nel porto solo con il Levante, ma la forza del mare si scarica nell'insenatura del Pozzillo. Possono accedere al Porto Romano solo le imbarcazioni non pi¨ lunghe di dieci metri e che non peschino pi¨ di due metri. Per l'ingresso bisogna mettersi perfettamente sull'asse d'imbocco e, una volta entrati, girare a dritta. Fate attenzione, a destra e a sinistra, agli zoccoli rocciosi subacquei,( anche se l'acqua, sempre molto trasparente) consente di scandagliare a vista. Si ormeggia davanti agli archi di tufo del porto, scavato nella roccia, tenendosi discosti dalla banchina. E' vietato l'approdo nel posto riservato alla Guardia di Finanza e in prossimitÓ delle scalette. In luglio e agosto Ú difficile trovare posto e la presenza di molti natanti provoca inconveniente soprattutto nel recupero delle ancore. L'ormeggio Ú gratuito "solo in alcuni punti" vi sono poi, aree di sosta a pagamento in concessione o con la guardiania (fornite di acqua e di elettricitÓ), per informazioni telefonare al n. 077185273. Se decidete di mettervi alla ruota in mezzo al Porto Nuovo, calcolate l'ampia accostata che il traghetto farÓ prima di disporsi in banchina. ╚ vietato l'ormeggio sulla diga, nel punto di approdo degli aliscafi, I fondali vanno da 4 a 6 metri. Nel porto nuovo si trova la "l'unica" pompa di benzina per il rifornimento di carburante